29 giugno 2017

Recensione "L'ultima notte al mondo" di Bianca Marconero


Buongiorno lettori!
Con le altre blogger abbiamo deciso di chiudere il Blogtour dedicato a L'ultima notte al mondo, in uscita proprio oggi per la Newton Compton Editori, con un review party per darvi la nostra opinione sul libro dopo la lettura in anteprima. Vi ricordo quindi che siete ancora in tempo a partecipare al giveaway organizzato per l'evento tentando la fortuna per vincere una copia cartacea del romanzo e un biglietto per il concerto di Tiziano Ferro (La mia tappa).

Titolo: L'ultima notte al mondo
Autrice: Bianca Marconero
Casa editrice: Newton Compton
Data d'uscita: 29 giugno 2017
Pagine: 350
Prezzo: €5,90 (ebook €3,99)
Trama: Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro dove potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…
“Lei è la ragione per cui crederò sempre alle canzoni”


Quando ho scoperto che Bianca Marconero aveva scritto un nuovo romanzo dentro di me ho sentito una voce che mi sussurrava "quel libro deve essere tuo" e immediatamente ho capito che l'avrei amato. Non vi dico poi lo stupore dopo aver appreso che avrei avuto un altro suo Marco da amare. Perché è inevitabile, i Marco della Marconero hanno un fascino speciale su di me e sanno come farsi amare. È toccato prima a Marco Cinquedraghi e ora con il Bertani. Ed è stato proprio con Cinquedraghi ed Albion, la sua saga fantasy, che io ho imparato ad amare la scrittura di Bianca Marconero e ormai è una garanzia, una bella penna italiana tutta da apprezzare. Anche in questo caso non sono rimasta delusa dalla sua prosa, anzi ancor di più colpita. Non che ci fossero dubbi, poi con Tiziano Ferro e la sua musica di mezzo il botto era assicurato.

22 giugno 2017

[Blogtour] L'ULTIMA NOTTE AL MONDO di Bianca Marconero ● Intervista all'autrice (Letterwoman show #10)


Buongiorno bellissimi, come state?
Oggi sono veramente euforica perché dopo il concerto di ieri sera di Tiziano Ferro, che è stato fenomenale sopra ogni mia aspettativa, oggi non potevo non parlarvi che del nuovo romanzo di Bianca Marconero, L'ultima notte al mondo che uscirà per Newton Compton il 29 giugno. Ringrazio ancora molto Maria Cristina di Chronicles of a bookaholic per avermi coinvolto in questa meravigliosa iniziativa. Adoro Bianca e non potevo proprio lasciarmi scappare l'occasione di partecipare al Blogtour dedicato al suo nuovo romanzo. Chi mi conosce da tempo sa che quando riesco mi piace portare qui sul blog interviste ad autrici che ho amato attraverso la mia rubrica Letterwoman Show, desideravo fare questa intervista da molto tempo ecco perché ho deciso di portarvi oggi l'intervista all'autrice. Andiamo a conoscere meglio Bianca Marconero. 

Titolo: L'ultima notte al mondo
Autrice: Bianca Marconero
Editore: Newton Comtpon Editori
Data di pubblicazione: 29 Giugno 2017
Pagine: 350 

Trama: Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro dove potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…


Ciao Bianca! È un vero piacere ospitarti nel mio salottino per un’intervista. Aspettavo questo momento da molto tempo. Sei pronta?

Pronta e felice di essere qui.

Come e da dove è nata l’idea del tuo pseudonimo?

Bianca  è il nome di mia figlia mentre Marco Nero è il nome di mio figlio. I loro nomi in realtà dovevano essere Bianca e  Nero, ma  abbiamo preferito dare a Nero un nome-rifugio, nel caso Nero non fosse di suo gusto. Scegliere nomi è, comunque la si guardi, un'imposizione. Se imponi Nero,  a un bambino,  devi dargli una exit strategy.

Quando hai capito che scrivere era la tua strada, la tua passione? Perché scrivi?

La prima cosa che ho scritto era un traccia per uno spettacolo teatrale, in terza elementare. Quindi posso affermare di scrivere da sempre. Sul fatto che sia la mia "strada", vorrei fare una distinzione tra mestiere e prassi, se mi passi il termine.  Fatico a considerare la scrittura come una "strada professionale",  non ci riesco. So che in parte lo è, ma non mi posso dire del tutto rassegnata. Eppure  so per certo che la scrittura, come pratica,  fa parte del mio modo di stare al mondo. È ciò che mi serve per sistemare i pensieri e galleggiare nella vita.

Quali sono le cose che ami e odi di più del tuo lavoro?

Amo la scrittura in sé, che è totalizzante. Quando arrivano i personaggi e presti loro la tua testa è un gioco di simulazione senza pari. Revisionare è, al contrario, terribile.

Chi è e cosa fa Bianca Marconero quando smette i panni dell'autrice?

Nell'ultimo anno non ho mai smesso i panni dell'autrice, perché ho scritto un sacco, a testa bassa. Su questo mio scrivere forsennato si è inserito il resto della vita, il marito, i suoi bellissimi progetti, le nostre passioni, i figli, gli affetti.