5 aprile 2016

Recensione "Te lo dico sottovoce" di Lucrezia Scali

Buon pomeriggio miei bellissimi lettori!
Eccomi, finalmente, con una nuova recensione tutta per voi. Negli ultimi mesi sono riuscita a postare poco così come a leggere. Non so bene spiegarvi perché ma sapete che ci sono periodi più ricchi di blocchi difficili da superare ed è così, sarà anche che l'università mi sta mettendo parecchia ansia siccome vorrei fare molto di più ma dopo tutti questi anni mi sento come dire sfiancata. Spero possiate capirmi. In ogni caso oggi vi volevo parlare di un libro che ho letto un po' di tempo fa, un esordio letterario di un'autrice italiana che ho il piacere di aver conosciuto anche. Sto parlando di Te lo dico sottovoce di Lucrezia Scali, che sicuramente conoscerete anche per il suo blog Il libro che pulsa. Tra l'altro proprio oggi è uscito per Newton Compton il suo nuovo romanzo in ebook, companion novel, Come ci frega l'amore che parlerà di Fiamma ed Antonio. 

Titolo: Te lo dico sottovoce
Data di pubblicazione: 4 Gennaio 2016
Autrice: Lucrezia Scali
Editore: Newton Compton
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 281
Trama: Mia ha trent'anni, un passato che preferisce non ricordare e una famiglia da cui cerca di tenersi alla larga. Meglio stare lontano dalle frecciatine della sorella e da una madre invadente che le organizza appuntamenti al buio... Di notte sogna il principe azzurro, ma la mattina si sveglia accanto a Bubu, un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo ispido. La sua passione sono gli animali e infatti, oltre a gestire una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino, Mia sta per realizzare un progetto a cui tiene moltissimo: restituire il sorriso ai bambini in ospedale attraverso la pet therapy. Il grande amore romantico, però, non sembra proprio voler arrivare nella sua vita. O almeno, così pensa Mia, prima di conoscere Alberto, un medico affascinante, e Diego, un ragazzo sfuggente che si è appena trasferito a Torino dalla Puglia. Cupido sta finalmente per scagliare la sua freccia: riuscirà a colpire la persona giusta per il cuore di Mia?
 
Te lo dico sottovoce nasce in un primo momento come romanzo autopubblicato prima di essere stato scelto dalla Newton Compton ed io desideravo leggerlo da quel momento perché la curiosità di scoprire cosa aveva creato Lucrezia era davvero tanta. Lei è stata una delle prime blogger che ho avuto il piacere di conoscere e, forse, anche per questo mi sono sentita da subito legata in un certo qual modo a questa storia che tra l'altro è ambientata proprio a Torino dove entrambe abitiamo.
Il fattore ambientazione è stato uno degli elementi che più mi aveva attirata verso questo romanzo ed è stato piacevole poi ritrovare alcuni posti che ben conosco anche se non nego che avrei voluto veder sviluppata maggiormente questa parte ma già so, come Lucrezia ha spiegato alla presentazione del suo libro a Torino, che nel passaggio da autopubblicazione a pubblicazione da casa editrice c'è stato un taglio di molte di queste descrizioni e quindi è andata così.
Te lo dico sottovoce racconta la storia di Mia, affascinante e intelligente veterinaria con l'unico tasto dolente ricoperto dall'amore, che lei sembra aver rinunciato a trovare dopo un passato segnato dalle persone sbagliate. La sua scelta di evitare nuove scottature verrà messa a dura prova con l'arrivo nella sua vita di due uomini: Alberto e Diego. Con l'arrivo dell'arrogante poliziotto Diego, Mia riuscirà a dare un volto all'uomo che affollavo ogni notte i suoi sogni su un'isola. Con lui dovrà lavorare a stretto contatto nella sua clinica veterinaria mentre Alberto lo conoscerà per caso durante una visita ai bambini malati che rappresenta la sua nuova avventura che inizierà ad intraprendere all'ospedale con la pet terapy. Alberto e Diego sono così diversi, il primo appare perfetto un gran galantuomo mentre Diego è così ombroso, duro e pieno di segreti con l'indole di donnaiolo che tanto fa indignare Mia.
Per Mia non sarà semplice far coincidere la testa con il cuore e comprendere cosa è giusto e perfetto per lei. Oltre al lato romance, ciò che ho apprezzato moltissimo in questo romanzo è senza dubbio il rapporto che si viene a creare con gli animali e i bambini attraverso i racconti della pet terapy con cui sarà coinvolta Mia e tutte le vicende della sua clinica con Fiamma ed Antonio, suoi colleghi. Sul finale ho sentito un leggero cambiamento e velocità di narrazione che non ho apprezzato a pieno, ma nel complesso ho trovato piacevole questa lettura. Parlando dei personaggi chi ho apprezzato molto sono, oltre a Mia, i bambini dell'ospedale e ovviamente Bubu che non si può non citare. Interessante è poi scoprire lo strano rapporto che da sempre caratterizza la famiglia di Mia.
Non vi dirò molto di più perché non voglio rischiare di rovinarvi il piacere di scoprire da voi, ciò che posso dirvi è che la lettura scorre veloce in modo piacevole. La narrazione è semplice e non impegnativa ideale per quei momenti di relax che meritiamo ancor più nei periodi più frenetici, l'autrice poi è riuscita a tenere viva l'attenzione del lettore. Lo considero assolutamente un buon esordio di cui vi consiglio la lettura. Sicuramente non potrà piacere a tutti, ma se amate questo genere di romanzi questo è il libro che fa per voi.

Il mio consiglio musicale: Vasco Rossi - E...



Libro quasi perfetto, bello

Chi di voi ha già letto questo libro? Chi leggerà la novella Come ci frega l'amore?
Un bacio,
Giò

5 commenti:

  1. l'ho già letto lo trovato molto carino :)

    RispondiElimina
  2. Che bella recensione! Anche io sto per leggere questo libro e sono sicura che mi piacerà quanto a te. Love you <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è stato facile scriverla sinceramente, il rischio di cadere nello spoiler era dietro l'angolo e questo sicuramente mi ha frenato molto! Quindi grazie grazie grazie, love you too ♥ penso che ti possa piacere!

      Elimina
  3. Letto tutto d'un fiato,mi è piaciuto molto come è stato scritto,non mi sono annoiata nemmeno un pò,tema delicato quello della pet terapy,mi è piaciuto come sia stato trattato,bella anche la storia personale di Mia e il rapporto con la sua famiglia

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti, li apprezzo tantissimo, sono fonte di gioia e soddisfazione per me! Non appena possibile, risponderò a tutti e passerò a dare un'occhiata ai vostri blog :) Mi raccomando, stay tuned! A presto, Giò ♥